CARAVAGGIO


Arte|Artisti|

scritto da Crescenza Caradonna

Data di produzione: 1599

Dimensioni: 31 x 47 cm

Dove si trova: Pinacoteca Ambrosiana, Milano

La Canestra di frutta di Caravaggio, oltre ad essere uno dei più bei quadri di questo artista, il suo titolo può ricordarti un altro capolavoro di questo artista, ovvero il fanciullo con canestro di frutta; seppur i titoli possono sembrarti simili, si tratta di due opere completamente differenti, ma vi parlo solo del canestro di frutta Caravaggio. 

La canestra di frutta (nota anche con il nome antico di fiscělla lat. diminutivo di fiscina e di físcus ‘cestello’) è un dipinto a olio su tela di 31 cm di altezza e 47 di lunghezza realizzato tra il 1594 e il 1598 dal pittore italiano Caravaggio (1571-1610). È conservato nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

È considerato l’incunabolo del genere della natura morta. L’opera sintetizza diverse esperienze, quella tardo manierista interessata ai grandi apparati naturali e dall’altro lato, nell’assolutezza della figura che il cesto colmo determina e nell’insolito punto di vista equatoriale, in cui il Merisi afferma un interesse per il soggetto inanimato non più periferico e complementare alla figura umana, ma centrale ed esauriente.

Il tema della natura morta è già documentato nell’arte ellenistica dei secoli III e II a.C. e nei mosaici di Pompei, Ercolano, Stabia (sec. I a.C – I d.C.). Oltre a ciò il tema interesso l’iconografia ricca di richiami evocativo-simbolici dell’arte religiosa. Si affermò come genere autonomo solo negli anni della Controriforma. Negli ultimi decenni del Cinquecento, lo sviluppo della natura morta si inserì all’interno del rinnovamento iconografico della pittura di devozione come conseguenza del riconoscimento, sancito dal Concilio di Trento, della capacità degli elementi naturali di stimolare la devozione religiosa con la loro semplice immediatezza. Nella cultura controriformista si sviluppò il gusto per i soggetti emblematici, allegorici, concettosi, che ebbe una notevole importanza per la fortuna della natura morta.


Per commenti, precisazioni ed interventi potete utilizzare il “Lascia un commento” a piè dell’articolo, o scrivere alla e-mail : pugliadaamareonline@gmail.com, per seguirci su facebook potete mettere cortesemente il “mi piace” sulla pagina  PUGLIA D’AMARE QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE o iscrivervi al gruppo pugliadaamarequotidiano.it

 grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...