GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE SEMPRE PIU’ MORTI PER FAME NEL MONDO di Eduardo Terrana


16 OTTOBRE
GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE

SEMPRE PIU’ MORTI PER FAME NEL MONDO

di Eduardo Terrana

Sono numeri impressionanti quelli diffusi dal Rapporto delle Nazioni Unite sullo Stato della sicurezza e della nutrizione nel mondo.
Si stimano 38 milioni di morti ogni anno per fame e nel 2020 si prevede che il 75% di tutti i decessi nel mondo sarà causato da carenze alimentari .
I bambini sotto i 5 anni malnutriti oggi sono 52 milioni, mentre aumentano a 821 milioni le persone denutrite. Il problema della fame purtroppo risulta essere gravissimo con aree di forte criticità in Africa, Asia e Sud America.
I cambiamenti climatici e le conseguenti siccità e alluvioni, i conflitti sempre più in aumento, la violenza sull’ambiente, le crisi economiche, sono tra le cause prime del grave fenomeno dell’aumento della insicurezza alimentare.
Un fenomeno che le tante campagne mondiali dell’ONU contro la fame non hanno sin qui eliminato anzi la situazione sembra essere peggiorata e l’obiettivo di garantire un equo e sano accesso al cibo a tutti gli indigenti su scala mondiale sembra allontanarsi.
E’ necessario allora, come rileva l’ONU, accelerare e aumentare le azioni per rafforzare la capacità di recupero e adattamento dei sistemi alimentari e dei mezzi di sussistenza delle popolazioni in risposta ai cambiamenti climatici.
Ma vanno intensificati al contempo le iniziative per azzerare i conflitti ancora presenti sul pianeta e per frenare quanto possibile le violenze sull’ambiente perpetrate dall’egoismo dell’essere umano e per stabilizzare le economie mondiali.
Perché ciò possa avvenire è necessaria la presenza e l’azione di un Organismo mondiale forte capace di imporre agli Stati nazionali valide logiche di crescita e di sviluppo. Ma questa presenza ancora non si riscontra.
Al fine, pertanto, di spingere gli Stati all’azione nella lotta alla fame e di promuovere la sicurezza alimentare l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO). celebra ogni anno, il 16 ottobre, la “Giornata mondiale dell’alimentazione”. Il mondo dell’agricoltura avverte in termini sempre più preoccupanti il tema della sicurezza alimentare che è connesso a quello del cambiamento climatico. Denuncia infatti gravi perdite causate da temperature sempre più elevate e da disastri naturali sempre più in aumento a fronte della crescita della popolazione mondiale che si mantiene costante e che si stima raggiungerà il numero di 9,6 miliardi di esseri umani entro il 2050. Ne conseguirà un vertiginoso aumento della domanda alimentare globale che potrà essere soddisfatta solo se i sistemi agricoli e alimentari degli Stati saranno in grado di adattarsi agli effetti negativi del cambiamento climatico in termini di più resistenza, efficienza e sostenibilità. Un obiettivo questo che sarà difficilmente raggiungibile se gli Stati , nelle loro iniziative di contrasto al cambiamento climatico, non terranno nella dovuta considerazione l’importanza del cibo e dell’agricoltura investendo di più nello sviluppo rurale. La posta in gioco è troppo alta. Si rischia di vanificare gli sforzi sin qui prodotti per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile, con conseguente crescita della povertà e dell’indigenza, che inevitabilmente sarà contrassegnata da milioni di vittime per la mancanza di cibo. Necessita allora un’azione concertata tra gli Stati che solo un Organismo sovrannazionale , l’ONU nella fattispecie, può mediare per fronteggiare l’emergenza e promuovere il progresso economico e sociale di tutti i popoli.

Eduardo Terrana

Conferenziere internazionale su diritti umani e pace
Tutti i diritti riservati all’’autore

EDUARDO TERRANA

Un pensiero su “GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE SEMPRE PIU’ MORTI PER FAME NEL MONDO di Eduardo Terrana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...