“IO SONO COME IL MARE” PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ANTONELLA DIACONO con testimonianza dei genitori


“IO SONO COME IL MARE”
PRESENTAZIONE DEL LIBRO
DI ANTONELLA DIACONO
con testimonianza dei genitori.

Venerdì 8 febbraio alle ore 18,30 presso il Centro Culturale Comunale Largo Plebiscito a Valenzano (Ba), per la prima volta si svolgerà un evento pubblico interamente dedicato ad Antonella Diacono, una ragazza valenzanese che nel 2017 si è tolta tragicamente la vita.

Verrà presentato “Io sono come il mare”, Il libro che raccoglie e riordina quello che Antonella ha lasciato scritto. E’ la realizzazione, purtroppo postuma, del suo sogno di diventare scrittrice. A raccontare la storia di Antonella ci saranno mamma Angela e papà Domenico, con la partecipazione del prof. Francesco Minervini.

L’evento è stato promosso dall’associazione Lucidafollia e AntoPaninabella OdV per ulteriori info

https://www.facebook.com/lucidafolliaofficial/

Antonella Diacono

L’incontro sarà un’occasione per raccontare la storia di Antonella e per promuovere e valorizzare la cultura del dialogo, dell’inclusione e dell’empatia, sarà un momento di riflessione per porgerci delle domande scomode e per interrogarci su come e perché un’adolescente con una vita più o meno “normale” abbia deciso di compiere un gesto cosi “estremo”.  

Antonella, il 28 Novembre 2017, mentre stava per uscire di casa con il fratello e la mamma, si è fermata ed è tornata indietro nella sua stanza; uscendo è passata veloce e a testa bassa davanti al papà che attendeva sulla porta, senza salutare. Aveva preso il cellulare, che non avrebbe dovuto portare a scuola.

Arrivata nei pressi della scuola è scesa dalla macchina salutando come sempre la mamma, una pacca sulla spalla al fratello e si è incamminata verso le scale. Ma, presumibilmente, non le ha salite. Ha cambiato direzione e si è diretta verso un palazzo vicino. Si è intrufolata nel portone, ed è salita al piano più alto.

Antonella ha passato le sue ultime due ore scrivendo con il cellulare lettere di addio ai genitori e al fratello e cercando poi di contattare e avere aiuto da qualche amica, purtroppo senza successo.

Alle 10 circa Antonella si è uccisa buttandosi nel vuoto.

Antonella non aveva mai dimostrato mai nulla, non aveva mai dimostrato la sua depressione e tristezza. Nessuno, sia i genitori che gli amici e parenti, avrebbe mai sospettato quel che si agitava nella sua anima. Per qualche motivo che non conosceremo mai aveva deciso che doveva combattere da sola, e che agli altri non doveva mostrare nulla se non il suo lato felice.

“Io sono come il mare” è il libro che raccoglie e riordina gli scritti che ci ha lasciato Antonella, è la realizzazione, purtroppo postuma, del suo sogno più persistente e tenace, che l’ha accompagnata malinconicamente anche negli ultimi istanti di vita.

“Avrei voluto vedere Londra e scrivere un libro prima di morire. A beh. Mi accontenterò.”

Questo scrive pochi istanti prima di lasciarci per sempre.

“Non è un libro facile, anche se è di poche pagine. Non è un romanzo, non va a finire bene, non è i consolatorio. Noi pensiamo che sia da proporre come spunto di discussione nelle classi e nelle famiglie, e non debba essere letto da un adolescente senza il sostegno di un adulto. Non è il libro di un eroe…ma di una ragazza che ha fatto la peggiore tra le scelte possibili.”

Fonte Lucidafollia

Maria Francesca C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...